Meningite, molto grave la studentessa di Grossetto e ricoverata a Bologna, consigli dell’Asl 9

By | gennaio 13, 2016
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

Una festa a Firenze si pensa che sia il posto dove la studentessa abbia preso il meningite , la studentessa che ora è ricoverata in gravissime condizioni, informativa dell’USL 9 di Grossetto.

Condizioni gravissime per la ragazza 22enne toccata da meningite meningococcica di tipo B ha colpito una studentessa di Grossetto che dopo le verifiche del caso dagli specialisti della prevenzione e dal Ministero della Salute , hanno scoperto che il 6 gennaio la sudentessa ha partecipato ad una festa a Firenze . E’ stata decisa la profilassi obbligatoria per tutte le persone che sono stato in contatto con la 22enne dopo la festa in Via Toselli angolo con Via Benedetto Marcello.
Siccome c’erano le festività natalizie e la studentessa avendo giorni libero dall’università pare abbia fatto parecchie volte viaggi in Toscana. I parenti e i presenti finora identificati che hanno partecipato alla festa si sono sottoposti alla profilassi antibiotica e si raccomanda che anche coloro che ci sono stati nelle feste precedenti di informarsi e presentarsi presso il Servizio di Igiene Pubblica di Firenze oppure di rivolgersi presso il medico di famiglia o pediatra del bambino. La profilassi consiste nell’assunzione di antibiotici specifici per prevenire il meningite meningococcica di tipo B.
La studentessa 22enne da ieri è ricoverata presso l’ospedale Sant’Orsola di Bologna. La prassi per questo tipo di malattia è quella di cercare tutti i contatti possibili della ragazza almeno a 10 giorni prima l’accertamento della malatia meningite meningococcica di tipo B. facendo i calcoli quindi si cercano persone che siano state al contatto con la ragazza dal 1 gennaio 2016.
In base al risultato delle indagini la ragazza è stata a Grossetto nei giorni 3, 4 e 5 Gennaio 2016 ed era partita diretta a Firenze il giorno 6 per voi in giornata raggiungere Bologna in treno. Sempre dalle indagini è emmerso che la ragazza nei giorni 4 e 5 gennaio 2016 abbia frequentato la Biblioteca Chelliana di Grossetto. Altri spostamenti della ragazza saranno resi noti a breve pero c’è da dire anche che il giorno 3 gennaio la ragazza è arrivata a Grossetto utilizzando il famoso servizio Bla Bla Car.
Il responsabile dell’Igiene Pubblica ex Asl 9, maurizio Spagnesi ha spiegato che per il meningite meningococcica di tipo B, la profilassi antibiotica consiste nell’assunzione di una compressa di ciprofloxacina da 500mg per persone con età oltre di 12 anni.
Siccome è una malattia molto grave la Asl 9 di Grossetto in un comunicato online ricorda a tutti di vaccinare i figli per prevenire l’infezione da meningococco di tipo A, C, W, Y.
La ASL 9 di Grossetto ha pubblicato la guida su come e chi puo vaccinarsi per non contrarre la meningite. Nell’informativa c’è scritto: “A seguito delle indicazioni della Regione Toscana sulla vaccinazione quadrivalente contro il meningococco, la Asl 9 ha incrementato l’attività per la campagna vaccinale, ampliando l’offerta dei Centri aziendali  e coinvolgendo anche i medici e i pediatri di famiglia” – e si aggiunge che di devono vaccinare – ” Tutti i ragazzi dall’11° anno compiuto fino al compimento del 20° anno” . Per ulteriori informazioni ecco i contatti:  331.6203237 (dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12; dalle 15 alle 16); oppure scrivere alla mail igienepubblicazona4@usl9.toscana.it;  Maggiori info anche sul sito USL9 di Grossetto.