Turchia, otto morti per l’influenza A: rischio pandemia?

By | gennaio 7, 2016
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

Allarme in Turchia dove l’influenza A ha provocato otto morti: sei dei pazienti deceduti risultavano già affetti da tempi da malattie croniche.

Un nuovo focolaio dell’influenza A, questa volta in Turchia, ha provocato otto morti. Si tratta della cosiddetta influenza suina che sette anni fa terrorizzò il mondo con una pandemia che sconvolse l’Asia e l’Occidente. Ad annunciare i decessi, in via ufficiale, è stato il ministro della Turchia Mehmet Muezzinoglu.

Un atteggiamento di cautela da parte delle autorità di Ankara che hanno precisato come sei delle otto persone decedute soffrissero già di malattie croniche mentre una donna era incinta. Un invito alle vaccinazioni è inoltre arrivato dal Governo, soprattutto per gli individui considerati maggiormente a rischio. Ma al di là delle rassicurazioni l’influenza A fa paura e non solo in Turchia.

A lanciare l’allarme sono stati alcuni giorni fa gli scienziati cinesi che hanno puntualizzato come l’influenza A sia stata riscontrata in alcuni maiali. Ma è la totale impreparazione a preoccupare gli studiosi che hanno avvertito come i mezzi per prevenirla sono, ad oggi, del tutto insufficienti.