Uomo muore la notte di Capodanno: la famiglia autorizza la donazione degli organi

By | gennaio 4, 2016
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

Alessandria, uomo di 54 perde la vita a causa di una emorragia cerebrale: i suoi organi salvano la vita ad altre quattro persone.

Un uomo di 54 anni di Alessandria è deceduto nella notte di Capodanno ovvero lo scorso 31 dicembre 2015 a causa di una brutta emorragia cerebrale e, nelle ore successive, la famiglia dell’uomo improvvisamente scomparso ha deciso di compiere un gesto davvero molto nobile. Nello specifico il familiari del cinquantaquattrenne di Alessandria hanno acconsentito a donare gli organi del proprio caro defunto e, per essere più precisi, hanno reso possibile l’espianto di fegato, cuore e reni dell’uomo. Nel momento di forte dolore dovuto alla scomparsa del proprio caro, ecco che i familiari dell’uomo con il gesto nobile compiuto sono riusciti a salvare la vita ad altre quattro persone che, nelle scorse ore, hanno ricevuto i vari trapianti.

Il trapianto del fegato è stato effettuato su un paziente di 59 anni che soffriva di epatopatia ovvero una brutta patologia che compromette la funzionalità del tessuto epatico, ovvero proprio il fegato, e a seguire la delicatissima operazione è stata l’equipe medica del dottore Mauro Salizzoni. Per quanto riguarda invece il trapianto del cuore, quest’ultimo è stato seguito da un gruppo di medici guidati dal professore Mauro Rinaldi e, a beneficiare di tale operazione è stato invece un uomo di 58 anni che da molto tempo soffriva di cardiopatia dilatativa.

Quando si parla di questo disturbo si fa riferimento proprio ad una condizione patologica del cuore che causa una dilatazione ventricolare seguita da disfunzione sistolica. In ultimo invece, a beneficiare dei reni dell’uomo scomparso la notte di Capodanno ad Alessandria, sono stati due uomini di 67 e 49 anni. A seguire le due delicatissime operazioni le equipe del professor Luigi Biancone,del dottor Maurizio Merlo, e del dottor Bruno Frea.