Sgarbi, arriva la denuncia degli animalisti per insulti alle capre

By | gennaio 2, 2016
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

“Capre offese da Sgarbi” l’accusa dell’associazione Aidaa che ha deciso di presentare un esposto alla Procura di Ferrara.

Uno degli insulti con il quale Vittorio Sgarbi usa denigrare gli interlocutori è “capra“; un atteggiamento davvero ricorrente da parte del critico d’arte che da tempo usa accostare i suoi detrattori all’erbivoro. Un modus operandi che non è andato già a qualcuno che ha deciso di presentare un esposto alla Procura della Repubblica. Non si tratta di una delle tante persone che sono state accostate alle capre da parte di Sgarbi, bensì da Aidaa, un’associazione operante in difesa degli animali.

“Le capre sono animali raziocinanti” sostengono gli attivisti che hanno sottolineato come il critico d’arte usi il termine capra in maniera del tutto dispregiativa recando un’offesa all’animale. L’organizzazione ha quindi chiesto al procuratore di Ferrara di verificare l’utilizzo offensivo del termine.

Tra gli elementi che l’associazione ha individuato c’è, inoltre, “un incitamento al maltrattamento dell’animale“. “Invitiamo Sgarbi a passare qualche giornata tra le montagne e verificare di persona come le capre siano, in realtà degli animali più che intelligenti”. Ma non basta; sulla propria pagina Facebook il presidente dell’Aidaa ha rincarato la dose aggiungendo: “Sgarbi finiscila di sfottere le capre visto che sono animali più intelligenti di te”.