L’anno che verrà: sms con bestemmia e mezzanotte anticipata di un minuto. Bufera in Rai

By | gennaio 2, 2016
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

Rai 1 sotto accusa. A L’anno che verrà sms con bestemmia contro Dio e 2016 anticipato. Il web inveisce contro il canale televisivo.

Rai 1 sotto accusa. Il 31 dicembre 2015 è andato in onda sul primo canale televisivo il programma L’anno che verrà, consueto appuntamento per festeggiare l’arrivo dell’anno nuovo. Il concerto di Capodanno quest’anno è stato trasmesso in diretta da Mataera ed è stato condotto da Amadeus, Rocco Papaleo. Sul palcoscenico de L’Anno che verrà tantissimi artisti, come Francesco Renga, Malika Ayane, Francesca Michelin, Renzo Arbore, Marco Masini, gli Urban Strangers.

A far scattare la polemica per L’anno che verrà due episodi: durante la trasmissione, in sovraimpressione passava una striscia con gli sms di auguri che gli utenti inviavano con il telefono da casa. Tra questi è stato trasmesso un messaggio che riportava una bestemmia contro Dio, ed era ben leggibile. Altro episodio che ha fatto insorgere il web contro Rai 1 il countdown sbagliato. Infatti, la mezzanotte e l’arrivo del 2016 è stato fatto scattare un minuto prima.

Da viale Mazzini in Rai subito sono arrivate le scuse per L’anno che verrà sia per il messaggio contenete la bestemmia, sia per il conto alla rovescia sbagliato. Ma il popolo del web, al giorno dei social, sembra non perdonare facilmente errori del genere, anzi. E’ partita sui social una vera e propria presa in giro verso la Rai, paragonata a un film di Fantozzi e accompagnata dall’hashtag: un veglione di Capodanno con lancette spostate in avanti perché la band della serata doveva esibirsi anche in un’altra location.