Carta d’identità elettronica 2017 come richiederla

By | febbraio 9, 2017

Carta d’identità elettronica: nel 2017 addio a quella cartacea

Nel 2017 la carta d’identità elettronica sostituirà definitivamente il vecchio modello cartaceo. Al passo con i tempi, la pubblica amministrazione darà il via al processo di digitalizzazione in tutti i Comuni italiani. La Carta d’Identità cartacea non potrà, dunque, più essere emessa. Solo se in corso di validità rimarrà valida fino alla data di scadenza. La circolare del Ministero dell’Interno n. 18 del 19 ottobre 2016 ha stabilito l’obbligo di emissione esclusivamente della Carta d’Identità Elettronica dando, così, il via ad un piano di dispiegamento per l’abilitazione di tutti i Comuni al rilascio della nuova CIE.

Ecco le info più importanti sulla nuova CIE

Le sembianze della nuova Carta d’Identità elettronica si avvicinano molto a quelle della patente o di una carta di credito. Forma rettangolare, foto in formato digitale, dati anagrafici non saranno le uniche informazioni presenti sulla CIE. Il nuovo documento conterrà il codice fiscale dell’intestatario, le impronte digitali e gli estremi dell’atto di nascita. Inoltre, nella memoria del microchip elettronico potrà essere aggiunta la volontà di donare gli organi, la tessera elettorale e l’abilitazione all’utilizzo dei servizi della Pubblica Amministrazione attraverso l’inserimento della propria firma digitale.

Nuove funzioni per un documento innovativo e all’avanguardia tecnologica. Qualora la propria tessera non sia scaduta ma si vuole sostituire, si potrà presentare la richiesta per il rilascio della nuova CIE. Ma come avviene la domanda e quali sono i costi?

Per richiedere il rilascio della CIE il cittadino dovrà presentare richiesta al Comune di residenza o di domicilio. Sia che si tratti di primo rilascio sia di deterioramento, smarrimento o furto della vecchia carta d’identità cartacea. Il piano di dispiegamento, inoltre, prevede la messa a punto di un Portale Istituzionale della CIE. Nel momento in cui sarà attivo sarà possibile prenotare un appuntamento presso la sede del proprio Comune. Inoltre, si verrà informati sui documenti da presentare e su quando il servizio verrà attivato nel proprio territorio. Il 2018 è l’anno in cui tutti i cittadini dovranno poter avere accesso alla Carta d’Identità Elettronica e ai nuovi servizi del Comune.

Quali sono i documenti da presentare?

Primo requisito per avviare la richiesta del rilascio della CIE è presentarsi al Comune di residenza provvisti di fototessera (come quella per il passaporto) in formato cartaceo o elettronico, su un supporto USB. Bisognerà essere muniti di tessera sanitaria e codice fiscale. I documenti da esibire sono:

  • carta di identità scaduta o in scadenza (da presentare in caso di rinnovo della carta di identità)
  • denuncia di furto o smarrimento della carta d’identità cartacea fatta presso le Autorità competenti
  • documento di riconoscimento. Passaporto, patente, libretto della pensione con foto nel caso di furto, smarrimento o distruzione della carta d’identità
  • dichiarazione sostitutiva di atto notorio 2015 che attesti il deterioramento della carta d’identità. Nel caso in cui la richiesta di carta d’identità avvenga a seguito del deterioramento del documento
  • carta di identità deteriorata, in caso di deterioramento della carta di identità.

Una volta consegnati i documenti occorrerà procedere con l’acquisizione delle impronte digitali e fornire il consenso o il diniego alla donazione degli organi. Infine, si dovrà lasciare un recapito per essere avvisato nel momento in cui avverrà la spedizione del documento e indicare le modalità di ritiro del documento. La consegna può avvenire presso l’indirizzo indicato oppure la CIE potrà essere ritirata in Comune.

Il costo della Carta d’Identità Elettronica è di 16,79 euro (13,76 euro più IVA all’aliquota vigente). Vanno, poi, aggiunti i diritti fissi (di segreteria). Il costo totale è di 22 euro. La validità sarà di 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni, di 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni e di 10 anni per i maggiorenni.