Prestiti Personali per Dipendenti 2017: Lavoratori Pubblici e Privati, offerte Agos, Compass e Findomestic

By | gennaio 6, 2017

Gennaio 2017 porta con sé interessanti proposte di prestiti personali offerte da Agos, Compass e Findomestic. E’ arrivato il momento di realizzare, nell’anno nuovo, i progetti e i sogni del cassetto che da troppo tempo sono solo una idea. Per questo vi faremo conoscere le migliori soluzioni sul mercato che vi potranno far entrare in possesso della liquidità di cui necessitate, nel minor tempo possibile. La velocità dell’erogazione è, infatti, una delle caratteristiche che rendono i prestiti personali Agos, Compass e Findomestic alla portata di tutti. Famiglie, coppie, giovani, dipendenti pubblici e privati possono trovare soluzioni commisurate alle proprie esigenze. In questo articolo proporremo le offerte per i lavoratori dipendenti per quest’inizio dell’anno.

I prestiti personali Agos per i lavoratori pubblici e privati

Semplicità, convenienza e velocità nella risposta sono le caratteristiche che si ritrovano nelle offerte di Agos. Un lavoratore dipendente pubblico o privato può approfittare dei prestiti non finalizzati, cioè non subordinati a una particolare modalità di impiego della somma richiesta e ricevuta, con la cessione del quinto. Questo finanziamento prevede la trattenuta in busta paga di massimo 1/5 dello stipendio. Sarà, così, il datore di lavoro a rimborsare ogni mese l’importo finanziato previa autorizzazione, da parte del lavoratore, di far richiedere ad Agos una quota, che non potrà superare il quinto dello stipendio, al datore.

La durata massima dei prestiti personali per dipendenti pubblici e privati è di 120 mesi e si possono richiedere anche importi elevati. Inoltre, si possono stipulare direttamente da Agos le polizze rischio vita e rischio impiego (obbligatorie per legge), oppure si può richiedere un’anticipazione  sull’importo del finanziamento. Infine, non è richiesta la presenza di un coobbligato e la domanda del prestito sarà valutata anche in caso di altri finanziamenti in corso e di eventuali precedenti difficoltà di accesso al credito.

Oltre la cessione del quinto, con Agos c’è un altro finanziamento dedicato ai lavoratori dipendenti, la delegazione di pagamento. La rata di rimborso viene trattenuta, anche in questo caso, in busta paga dal datore di lavoro, che provvederà a versarla all’intermediario finanziario, Agos. Si potrà richiedere la delegazione di pagamento anche nel caso in cui si sia già ottenuta la cessione del quinto. In tal caso, le due rate complessivamente non potranno superare i 2/5 dello stipendio.

Cessione del quinto di Compass con vantaggi unici

La tipologia di prestiti personali che Compass dedica ai lavoratori dipendenti pubblici e privati è la cessione del quinto. I vantaggi sono unici e le condizioni personalizzate. Non è richiesto alcun garante, non ci sono spese di intermediazione e la rata mensile non può superare il quinto (20%) dello stipendio. Compass, inoltre, dà la possibilità di rimborsare fino a 10 anni, in comode rate, prelevando l’importo direttamente dalla busta paga. I dipendenti pubblici o statali possono richiedere da piccole somme fino ad oltre 75.000 euro, scegliendo rate fisse e costanti per tutta la durata del finanziamento. Le stesse condizioni valgono per i dipendenti privati.

I requisiti che il dipendente deve soddisfare per richiedere la cessione del quinto sono la residenza in Italia, un’età compresa tra i 18 e i 63 anni, l’assunzione a tempo indeterminato e l’assicurabilità dell’azienda (l’ultimo requisito solo in caso di lavoratore privato). Per fare la richiesta occorre recarsi alla filiare più vicina con un documento d’identità valido, il codice fiscale, l’ultima busta paga e la Certificazione Unica.

Compass, come Agos, in caso di richiesta di somme ancora più importanti, offre la possibilità di affiancare alla cessione del quinto una Delegazione di pagamento. In questo caso, saranno i due quinti dello stipendio ad essere dedicati alla realizzazione dei vostri progetti.

Prestito Findomestic garantito con la busta paga

Un lavoratore pubblico o privato, anche con Findomestic potrebbe garantirsi un prestito personale con il proprio stipendio. Come per i precedenti intermediari finanziari, con il contratto di lavoro a tempo indeterminato il dipendente può accedere al prestito Cessione del Quinto, anche se ha altri finanziamenti attivi o se ha avuto disguidi finanziari. L’azienda per la quale lavora pagherà la rata tramite addebito sulla busta paga.

L’offerta attuale di Findomestic per i dipendenti prevede la restituzione di 15.000 euro con 120 rate mensili da 166 euro con Tan al 5,93% e Taeg al 6,09%. La richiesta può essere avanzata direttamente online, sul sito www.findomestic.it inserendo i propri dati personali e l’importo di cui si necessita. Speciali agevolazioni sono, poi, previste per i lavoratori dipendenti delle amministrazioni statali e pubbliche gestiti tramite il sistema NoiPA. Si tratta della possibilità di sottoscrivere, oltre la cessione del quinto, anche la Delega (entrambe con rata massima 1/5 e la durata massima di 120 mesi) e dell’unificazione dei documenti previsti dalla circolare ministeriale.

Ricordiamo che online, sui siti web di Agos, Compass e Findomestic, è possibile calcolare gratuitamente i preventivi che vi faranno avere una chiara idea dei piani di ammortamento dei vostri prestiti personali. Vi consigliamo di provare tutte le varie combinazioni numero delle rate/importo fino a trovare quella che vi aiuterà a realizzare i vostri progetti per il 2017.