Frasi Auguri Buon Natale Papa Francesco 2016: Immagini per messaggi whatsApp e preghiere

By | dicembre 18, 2016

Sempre più spesso il vero significato del Natale viene accantonato a causa della frenesia dell’acquisto dei regali, della ricerca dell’addobbo più bello e di tutte le “cose da fare” nel periodo natalizio. Si perde, così, la spiritualità  del Natale che dovrebbe, invece, accompagnare ognuno di noi per vivere con gioia, pace e serenità l’attesa del 25 dicembre. Le parole e le meditazioni di Papa Francesco ci riportano all’interno del clima spirituale per riscoprire il senso profondo di ciò che ci si appresta a celebrare, un senso che appartiene in primis alla comunità cristiana.

La riflessione di Papa Francesco sul senso del Natale

Arrivati nel cuore dell’Avvento, è bene fermarsi un attimo, staccarsi dal significato commerciale del Natale per capire veramente cosa si sta celebrando. Il Natale, per Papa Francesco è “la sorpresa di un Dio bambino, di un Dio povero, di un Dio debole, di un Dio che abbandona la sua grandezza per farsi vicino a ognuno di noi” e renderci “uomini e donne di speranza”. Ci avviciniamo ad accogliere la grazia di Gesù, la sua vicinanza, il suo amore, l’umiltà e la tenerezza. Una volta accolti nel nostro cuore, non dobbiamo ridurli ad un momento effimero che passa via, veloce come l’alternarsi della notte e il giorno, ma dobbiamo custodirli come un prezioso dono di salvezza.

Papa Francesco, quando parla del Natale, consiglia di affrontare questa festività con rinnovata gioia e felicità e di impegnarsi profondamente per vivere con umiltà l’incontro personale con Gesù. Abbiamo selezionato per voi alcuni messaggi speciali da inviare ai vostri affetti per entrare nel vero spirito del Natale.

“Ci affidiamo all’intercessione della nostra Madre e di san Giuseppe, per vivere un Natale veramente cristiano, liberi da ogni mondanità, pronti ad accogliere il Salvatore, il Dio-con-noi.”

“Con la nascita di Gesù è nata una promessa nuova, è nato un mondo nuovo, ma anche un mondo che può essere sempre rinnovato.”

“Che lo Spirito Santo illumini oggi i nostri cuori, perché possiamo riconoscere nel Bambino Gesù, nato a Betlemme dalla Vergine Maria, la salvezza donata da Dio a ognuno di noi, a ogni uomo e a tutti i popoli della terra.”

“Oggi il Figlio di Dio è nato: tutto cambia. Il Salvatore del mondo viene a farsi partecipe della nostra natura umana, non siamo più soli e abbandonati.”

“Oggi scopriamo nuovamente chi siamo! In questa notte ci viene reso manifesto il cammino da percorrere per raggiungere la meta. Ora, deve cessare ogni paura e spavento, perché la luce ci indica la strada verso Betlemme.”

Immagini e preghiere per il Natale 2016

Immagini e parole da imprimere nel cuore sono il modo migliore per celebrare il Natale se invitano ad accogliere Gesù nel proprio cuore. Ecco alcune foto che riportano le parole di Papa Francesco.

natale2                natale3

natale1        natale 4

Papa Francesco auspica che ognuno di noi si impegni a relazionarsi con Gesù. Uno dei modi per mettersi in contatto intimamente con lui è la preghiera. Pregando si attiva una comunicazione da cuore a cuore e a Natale il dialogo deve essere più vivo che mai. Proponiamo alcune belle e significative preghiere natalizie che vi potranno accompagnare nel vostro cammino verso il santo giorno.

Natale giorno di gloria

Natale, giorno di gloria e di pace.

Nella notte delle tenebre, aspettiamo la luce che illumini la terra. Nella notte delle tenebre, aspettiamo l’amore che riscaldi il mondo. Nella notte delle tenebre, aspettiamo un Padre che ci salvi dal male.

Preghiera di Natale

Vieni Gesù, la tua venuta a Betlemme portò gioia al mondo e ad ogni cuore d’uomo. Vieni a donarci la stessa gioia, la stessa pace; quella che brami darci.

Vieni per darci la buona novella che Dio ci ama, che Dio è amore. Allo stesso modo tu vuoi che ci amiamo vicendevolmente, che diamo la nostra vita gli uni per gli altri, come tu hai dato la tua. Fa che, guardando la mangiatoia, ci lasciamo conquistare dal tuo tenero amore e lo viviamo tra noi. (Madre Teresa di Calcutta)

Gesù, eccoti il mio cuore

Affrettati, o Gesù, eccoti il mio cuore. L’anima mia è povera e nuda di virtù, le paglie di tante mie imperfezioni ti pungeranno e ti faranno piangere. Ma, o mio Signore, è tutto quello che ho. Mi commuove la tua povertà, mi intenerisce, mi strappa le lacrime. Gesù abbellisci l’anima mia con la tua presenza, adornala con le tue grazie, brucia queste paglie e cambiale in soffice giaciglio per il tuo santissimo corpo di neonato. Gesù, ti aspetto. Molti ti rifiutano. Fuori spira un vento glaciale… vieni nel mio cuore. Sono povero, ma ti riscalderò più che posso. Almeno voglio che ti compiaccia del mio grande desiderio di farti buona accoglienza, di volerti un gran bene, di sacrificarmi per te.

Vi lasciamo con una frase di Papa Francesco augurandovi che possiate vivere questo Natale all’insegna del vero valore cristiano. “Il Natale di solito è una festa rumorosa: ci farebbe bene un po’ di silenzio per ascoltare la voce dell’Amore”.