Albero di Natale 2016: immagini, addobbi e tendenze moda fai da te rosso e oro, quando e come si fa

By | dicembre 2, 2016

Con colori, luccichii e musiche le città si vestono dell’atmosfera del Natale. Il simbolo immancabile delle festività oltre al presepe è ovviamente albero di Natale che svetta nei centri storici e nelle case degli italiani.

La tradizione dell’albero di Natale, che continua a essere viva ancora oggi, è antichissima. Gli antichi Romani erano soliti ornare le loro abitazioni con rami di pino per le Calende di gennaio, che cadevano agli inizi del mese. Questa usanza continuò anche con il Cristianesimo, anche se nelle chiese al pino venne sostituito l’agrifoglio che con le spine richiamava la corona di Cristo. Nella Bibbia la simbologia dell’albero è abbastanza ricorrente: si pensi ad esempio all’Albero della vita nel Paradiso terrestre. Successivamente l’abete divenne il simbolo di Cristo e della sua natura divina.

La tradizione natalizia dell’albero è presente anche in altre culture in varie forme e modi e resta il simbolo della festa per eccellenza. L’usanza moderna risalirebbe a una località in Estonia quando nel tredicesimo secolo venne eretto un abete nella piazza principale intorno al quale uomini e donne scapoli danzavano con lo scopo di trovare la propria metà. Inizialmente l’albero era legato alla sfera pubblica e solo a partire dal XVII secolo entrò anche nelle case dei privati, specialmente nelle regioni settentrionali della Germania. Furono i Prussiani a favorirne la diffusione nelle regioni cattoliche del sud.

In Italia il primo albero fu quello del Quirinale voluto dalla regina Margherita nella seconda metà dell’Ottocento. Gli alberi di Natale si sono diffusi ampiamente a partire dagli inizi del Novecento, diventando un grosso fenomeno commerciale specialmente nel secondo dopoguerra intorno al quale si è creata anche un’ampia industria degli addobbi.

Albero di Natale 2016: immagini, addobbi e tendenze moda fai da te rosso e oro, quando e come si fa

Nel 2016 l’albero di Natale è l’emblema di ogni festività. Esistono tantissimi modi per farlo e addobbi per tutti i gusti. Prima di tutto bisogna capire qual è lo stile che più ci piace e possibilmente adattarlo a quello della nostra casa, e in base anche a quanto si vuole spendere. Le decorazioni possono essere realizzate a mano in feltro, oppure con pigne successivamente colorate.

Tra i colori di tendenza per il 2016 spicca senza dubbio l’oro abbinato al rosso, un binomio classico ma sempre affascinante. Una novità di quest’anno sono gli addobbi all’uncinetto e di carta per rivestire le palline di vetro, un po’ delicate ma di grande effetto. Con la carta si possono inoltre realizzare ghirlande e petali di fiori.

Il rosso e l’oro possono essere usati per le palline, ghirlande, fiocchi, pupazzetti e perfino dolciumi. Si può scegliere di mettere le palline di colore misto, oppure palline rosse e fiocchetti dorati, e viceversa. Le combinazioni sono davvero numerose. Si possono utilizzare anche addobbi in legno, caramelle, lana e altro ancora. Bisogna solo sfoderare la propria creatività. Se non si amano le ghirlande si possono mettere fiocchi, stelline, angeli e altri oggetti che richiamano il Natale, l’inverno, e la voglia di stare insieme con amici e in famiglia. Non devono poi mancare le luci intermittenti di un unico colore o multicolore che porteranno subito l’aria di festa nelle case.

La tradizione vuole che l’albero debba essere fatto il giorno dell’Immacolata, l’8 dicembre e tolto dopo l’Epifania. Solitamente la tipologia di albero più gettonato è l’abete, ma in commercio ne esistono di varie dimensioni se non si ha la possibilità di trovarne uno vero. Si va da quelli altissimi e ampi, a quelli medi a quelli piccolissimi già addobbati e ideali per chi non ha molto tempo per decorarne uno. Ai piedi solitamente vengono collocati i regali da scambiarsi durante la notte di Natale.

L’albero rappresenta un vero e proprio rito intorno al quale si aggregano grandi e specialmente i bambini che ne con i loro occhi sognanti ne restano rapiti e affascinati.

Immagini