Scadenza Imu, Tasi e IVA Dicembre 2016: come e data entro cui pagare, a sportello e online, requisiti esenzione

By | novembre 30, 2016
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

Sta arrivando il periodo delle feste natalizie, ma oltre ai regali sotto l’albero ci saranno, ahinoi, anche le scadenze di Imu, Tasi e IVA. Scopriamo come e entro quando dovremo pagare, a sportello e online, con la data di scadenza. Infine i requisiti necessari per usufruire dell’esenzione, e come richiederla.

Imu, Tasi e IVA 2016: come e dove pagarle, a sportello e online

Si avvicina la scadenza entro cui pagare le tasse di questo 2016. Chi non abbia ancora pagato quanto dovuto, è meglio che si organizzi nei prossimi giorni per saldare il debito, per evitare il caos agli sportelli degli ultimi giorni disponibili. Sono diversi i modi per pagare Imu, Tasi e IVA, ed è possibile farlo sia a sportello che online, dal proprio computer di casa.

Quello che dobbiamo fare è compilare il modello F24, ordinario o semplificato, che dovremo successivamente pagare tramite i servizi di home banking offerti dalla nostra banca, oppure attraverso un addebito sul conto corrente, assegni, bancomat o contanti.

Sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate, così come su quello del Comune, è possibile scaricare il file .pdf del modello F24, ovvero il bollettino da compilare e successivamente pagare. Se non siete esperti in materia non preoccupatevi: il modello è molto intuitivo, inoltre se avete dubbi il sito dell’Agenzia delle Entrate offre le istruzioni per la compilazione.

Data di scadenza Imu, Tasi e IVA 2016, requisiti per l’esenzione

Non manca molto alla scadenza delle principali tasse imposte dallo Stato Italiano ai cittadini residenti. Vediamo i requisiti per avere l’esenzione da Imu e Tasi. Innanzitutto, come tutti ben sanno, le tasse sulla prima casa sono state abolite, perciò chi possiede un solo immobile non deve pagare nulla. Inoltre sono state abrogate anche per le abitazione concesse al coniuge separato, e per tutti gli italiani residenti all’estero per almeno sei mesi all’anno.

Per chi non rientra nei casi appena descritti, lo Stato Italiano prevede il pagamento di un importo commisurato alle caratteristiche dell’immobile di proprietà, oltre al Comune in cui si trova l’immobile stesso. Ogni Comune, infatti, prevede un’aliquota impositiva differente. Per questo motivo è sempre un problema calcolare il giusto importo da pagare.

La data di scadenza di Imu, Tasi e IVA è venerdì 16 dicembre 2016. Come detto in precedenza, è consigliabile svolgere le pratiche il prima possibile, per evitare la fila agli sportelli dell’ultimo giorno.