Card Docenti 500 Euro, novità piattaforma: quando sarà attiva per il bonus insegnanti 2016-2017

By | novembre 24, 2016
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

Per l’anno scolastico 2016/2017, i docenti potranno utilizzare una card elettronica che conterrà 500 euro spendibili per la propria formazione e per seguire corsi di aggiornamento. Per spendere la somma di denaro presente sulla card docenti è necessario accedere ad una piattaforma creata appositamente dal Ministero. I dubbi relativi alla procedura si stanno pian piano sciogliendo. Lo scorso 21 novembre, infatti, il Miur ha diffuso informazioni relative all’utilizzo della card docenti. Come funzionerà questa piattaforma?

Le ultime novità sull’utilizzo della piattaforma per la Card Docenti

A fornire le ultime informazioni riguardanti la card docenti è stata la Gilda degli Insegnanti riportando ciò che è stato detto nell’incontro tra Miur e sindacati. Innanzitutto, sono stati presentati i gestori della piattaforma, AGID e SOGEI, e illustrato il nuovo DCPM. Il decreto è ancora in fase di approvazione ma non dovrebbe subire variazioni importanti.

Secondo quanto riportato, entro il 30 novembre 2016 la piattaforma dovrebbe essere attivata. Per poter accedere, i docenti in possesso della card dovranno possedere un’identità SPID. Il Sistema Pubblico di Identità Digitale permette l’accesso a qualsiasi servizio online della Pubblica Amministrazione utilizzando un’unica Identità Digitale, con username e password. Si può richiedere in qualsiasi momento anche gratuitamente.

Una volta in possesso dello SPID si potrà procedere con la registrazione sul sito www.cartadeldocente.istruzione.it.. Dopo l’accesso, il docente dovrà indicare se ha già sostenuto spese dal 1 settembre 2016. In caso di risposta affermativa dovrà documentarle. Si aprirà un’altra sezione nella quale si procederà con la richiesta del rimborso. Se si hanno dubbi sugli esercenti o gli enti accreditati per la vendita dei servizi acquistabili con la card docenti, nella piattaforma è presente un elenco facilmente visionabile.

Le categorie di beni e servizi che sono ammessi dalla legge 107 verranno suddivisi in otto diversi ambiti tra cui la categoria dei corsi di formazione e quella dei software. I 500 euro della card docenti potranno essere spesi esclusivamente all’interno di questo circuito. Gli enti e gli esercenti che vorranno accedervi potranno aderire a partire dal 28 novembre 2016. L’elenco dei venditori subirà aggiornamenti continui e sicuramente aumenteranno nel corso dei mesi.

Come si procederà all’acquisto?

Una volta che l’insegnante avrà scelto il servizio di cui fruire creerà un buono per poi procedere prenotando l’acquisto. Si genererà un codice spendibile sia in formato cartaceo, da stampare, che digitale da smartphone che dovrà essere presentato all’esercente. Il saldo disponibile verrà aggiornato tenendo conto della spesa e sarà visualizzabile immediatamente. Si potranno spendere più di 500 euro integrando la somma aggiuntiva con altre forme di pagamento.

In caso di dubbi o richieste di chiarimenti verranno attivati dei call center. Ricordiamo, inoltre, che da quest’anno non ci sarà bisogno di rendicontare la spese perché la procedura sarà automatica. Ma chi potrà usufruire della card docenti?

I beneficiari sono i docenti di ruolo sia a tempo pieno che part-time, chi svolge l’anno di prova, chi è in distacco e fuori ruolo, gli inidonei per salute e per comando, i docenti delle scuole all’estero e delle scuole militari. I servizi di cui potranno fruire sono l’acquisto di libri e testi cartacei e digitali, la partecipazione a corsi di formazione e aggiornamento, visite alle mostre e ad eventi culturali, cinema, musei, teatro e spettacoli dal vivo, acquisto di software e hardware.

Il bonus ha la validità di un anno scolastico, quindi, se dal 30 novembre la piattaforma sarà utilizzabile si avrà tempo fino al 31 agosto 2017 per spendere i 500 euro per l’autoformazione.