Canone Rai 2017: novità, nuovo importo da pagare e nuovi emendamenti, come richiedere esenzione

By | novembre 17, 2016
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

Da gennaio 2017 entreranno in vigore le novità riguardanti il Canone Rai. Scopriamo tutto quello che c’è da sapere sul nuovo importo da pagare e i nuovi emendamenti che entreranno in vigore. Inoltre vedremo come richiedere l’esenzione per chi non fosse in possesso di un televisore.

Canone Rai 2017: novità sull’importo da pagare e sugli emendamenti

Il Canone Rai è stato ormai da qualche mese inserito nella bolletta della luce, diviso in comode rate che non appesantiscono troppo i singoli importi mensili o bimestrali. Questa è stata la decisione presa da Renzi per contrastare l’evasione diventata ormai insostenibile.

Non sono di certo mancate le proteste in seguito a questa decisione. Non sembra dare infatti i frutti sperati la scelta del premier Matteo Renzi, visto che a quanto pare molti italiani, dati alla mano quasi il 50%, hanno deciso di pagare soltanto l’importo relativo all’elettricità, rifiutandosi di versare i 10 euro mensili previsti per il canone Rai.

Da gennaio 2017 potrebbero esserci importanti novità sulla tassa da pagare per il possesso di un televisore. Di questo stanno discutendo in parlamento, dove, stando alle ultime notizie che trapelano, Forza Italia e Lega Nord starebbero spingendo per dimezzare il Canone Rai, fissandolo perciò a 50 euro annui. Renzi vorrebbe invece abbassarlo di soli 10 euro, mentre Fratelli d’Italia sarebbe per la conferma dei 100 euro annui. Bisognerà dunque aspettare le decisioni del parlamento in merito, per capire quali emendamenti entreranno in vigore.

Come richiedere l’esenzione dal pagamento del Canone Rai 2017

Una delle polemiche che sono scaturite dalla decisione di inserire il Canone Rai in bolletta, è senza dubbio quella relativa al fatto che questo venga applicato senza accertarsi che il destinatario sia in possesso di un televisore o di un apparecchio atto alla ricezione di radioaudizioni televisive (per intenderci, anche chi non possiede una tv ma ha in casa un computer deve pagare il canone).

Come fare quindi se non si possiede un televisore in casa ma si riceve comunque il canone in bolletta? Quello che dovete fare è andare sul sito dell’Agenzia delle Entrate, scaricare e stampare il relativo modulo da compilare. La dichiarazione deve poi essere presentata entro il 31 gennaio 2017 alla Direzione Provinciale I di Torino dell’Agenzia delle Entrate, per ottenere l’esenzione per tutto il 2017, e va rinnovata ogni anno.