Bonus bebè INPS 2017: che cos’è, requisiti necessari, data di scadenza per presentare ISEE

By | novembre 11, 2016
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

Tutto quello che c’è da sapere sul Bonus bebè 2017, l’assegno di natalità offerto da INPS e rivolto ai neogenitori. Scopriamo in cosa consiste, i requisiti necessari, come richiederlo e la data di scadenza per presentare il modulo ISEE.

Bonus bebè 2017: che cos’è, a chi è rivolto e come richiederlo

Nella Legge di Stabilità 2017 è stato inserito il Bonus bebè, il contributo offerto da INPS per aiutare chi diventa genitore e che si trova di fronte a nuove spese, che in questo periodo di crisi possono diventare un grosso problema. Per incentivare proprio le nascite, in forte calo rispetto alla tendenza di qualche anno fa, è stato deciso di aiutare le famiglie con neonati.

Il Bonus bebè consiste in un assegno di 80 euro al mese, rivolto alle famiglie con reddito ISEE inferiore ai 25 mila euro. L’assegno raddoppia per le famiglie con un reddito inferiore ai 7 mila euro, che riceveranno quindi 160 euro mensili grazie all’assegno di natalità. La cifra è destinata non solo per i figli naturali, ma anche per i genitori che decidessero di adottare un bambino. Ovviamente in caso di nascita di due o più gemelli, la cifra dovrà essere moltiplicata per il numero di neonati.

Richiederlo è molto semplice: vi basterà collegarvi al sito INPS, entrare nell’area dedicata al Bonus bebè, e inserire i vostri dati, dopo aver richiesto all’Istituto il PIN necessario per accedere al sito stesso. La domanda va effettuata tre mesi prima della nascita o dell’adozione, in caso di ritardo l’erogazione dell’assegno avverrà dalla data di presentazione della stessa, senza possibilità di richiedere le mensilità arretrate.

Data di scadenza per presentare il modulo ISEE

Come abbiamo visto, l’erogazione del Bonus bebè è subordinata alla presentazione del modulo ISEE, necessario per poter usufruire dell’assegno di natalità. L’Indicatore della Situazione Economica Equivalente è ormai l’unità di misura per stabilire il reddito di un certo nucleo familiare. Per questo motivo è richiesto ogni volta che sia prevista una riduzione della spesa, come per esempio accade per le tasse universitarie, la tessera annuale per i mezzi pubblici e non solo.

Per avere diritto al Bonus bebè, è necessario presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica, la DSU, senza la quale è impossibile richiedere l’ISEE. La data di scadenza entro la quale presentare la DSU è il 31 dicembre 2016, oltre la quale si perderà il diritto al bonus.