Roma, arrestato giovane albanese latitante da 12 anni

By | dicembre 18, 2015
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

Cronaca Roma, Pjetri Genc uno tra i 100 latitanti più pericolosi dell’Albania, è stato arrestato dopo dodici anni di latitanza.

Dopo dodici lunghi anni di latitanza un giovane albanese di nome Pjetri Genc, 32enne, è stato rintracciato e arrestato dalla Polizia di Stato nella città di Roma. Pjetri Genc si trovava nella lista fornita dall’Interpol dove sono inseriti i cento latitanti più pericolosi dell’Albania e, per essere più precisi l’uomo era ricercato per aver commesso un brutale omicidio. Il terribile fatto ha avuto luogo nell’ormai lontano 2003 quando, per vendetta, aveva ucciso un concittadino freddato con numerosi colpi di arma da fuoco e già, il giorno dopo, era riuscito a fare perdere le sue tracce per dodici lunghi anni. Pe tale omicidio l’ex latitante dovrà adesso scontare una pena di 25 anni di reclusione per omicidio premeditato e possesso illegale di armi da fuoco. Solo grazie ad un lungo e attento lavoro di indagini è stato possibile rintracciare l’uomo all’interno del proprio appartamento nel comune di Ciampino.

Le forze dell’ordine hanno prima rintracciato l’ex compagna dell’uomo e il figlio, cui l’uomo sembrava essere particolarmente legato. Ed è stato proprio seguendo le tracce del figlio della donna che è stato possibile individuare la villetta all’interno della quale Pjetri Genc aveva trovato un sicuro rifugio.

Arrestare il giovane latitante è stato possibile grazie ad un lungo appostamento davanti la villetta fino a quando sul posto è arrivata un’automobile con all’interno tre uomini, uno di questi era proprio il ricercato che ha prima cercato di fornire false generalità ma, successivamente, avrebbe confessato di nascondersi nella città di Roma da circa dieci anni.