L’estate addosso: streaming video trailer completo del film, recensione e trama

By | settembre 17, 2016
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

Il nuovo film di Gabriele Muccino, L’estate addosso, incontra il favore della critica che definisce l’opera « essenzialmente mucciniana» e per questo subito riconoscibile.

Ciò che caratterizza il film e lo rende mucciniano è la rabbia e l’euforia degli under 30 che sentono in cuor loro che tutto è ancora possibile, che il futuro è plasmabile e le speranze di successo altissime.

Le inquadrature dall’alto, le frasi fatte e i dialoghi gridati sono il segno riconoscibile dell’abilità di Muccino, che da tempo ci ha abituati a storie sopra le righe e ad emozioni intense.

Il regista ha sapientemente creato l’atmosfera giusta per raccontare, con un pizzico di nostalgia, le peripezie di 4 ragazzi che hanno «ancora tutta la vita davanti».

Trama e recensione film L’estate addosso

Il 18enne Marco parte per gli Stati Uniti dove un amico gli offre ospitalità, la stessa opportunità viene concessa anche a Maria, una ragazza estramente pudica e severa che Marco avverte come un enorme peso.

A San Francisco li aspetta la coppia gay formata da Matt e Paul che sconcerta profondamente Maria. Nonostante l’inizio un po’ incerto, i ragazzi presto riusciranno ad instaurare un’amicizia solida e calorosa, tipica dell’estate dei 18 anni.

Per farvi un’idea, guardate il trailer in streaming gratis:

Inquadratura dopo inquadratura, Muccino narra l’evoluzione di personaggi che provano l’ebbrezza della libertà in un paese come l’America che offre ogni tipo di opportunità, soprattutto ai giovani, che oggi vivono in un mondo di incertezza, dove slancio ed ambizione non bastano per emergere ed assicurarsi un futuro.

L’Italia li esclude, li priva di stimoli e li costringe in una realtà grigia, l’unico modo per sopravvivere è partire.

Un progetto narrativo entusiasmante, il cui unico difetto di costruzione è la bacchettona Maria che in men che non si dica si trasforma in una disinvolta ed allegra ragazza pronta a tutto.

Il punto di forza, invece, è la regia, calda ed avvolgente che controlla l’intera storia e fa rivivere a tutti la propria giovinezza ormai perduta, le esperienze del passato, le emozioni da diciottenni che non torneranno più.