Disturbi dello spettro autistico: maggiore rischi con l’assunzione di antidepressivi in gravidanza

By | dicembre 15, 2015
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

Assunzione di antidepressivi in gravidanza: aumenta il rischio che il bambino nasca affetto da disturbo dello spettro autistico.

Ogni giorno sempre più si sente parlare di un particolare disturbo denominato nello specifico disturbo dello spettro autistico o più semplicemente autismo e per essere più chiari si fa riferimento ad un disturbo neuro-psichiatrico che interessa la funzione cerebrale. Un particolare studio condotto in Canada e pubblicato su Jama Pediatrics ha reso noto come, l’assunzione da parte delle future mamme nel periodo legato alla gravidanza, di antidepressivi potrebbe aumentare il rischio che il bambino nasca affetto proprio da autismo, precedentemente identificato come Sindrome di Kanner. Lo studio è stato condotto da Anick Berard insieme al gruppo di studio dell’Università di Montreal e nello specifico sono stati presi in esame le gravidanze e i bambini nati tra il gennaio del 1998 e il mese di dicembre del 2009.

Sono stati presi in esame 4.200 bambini le cui mamme hanno fatto uso di antidepressivi nel periodo legato al primo trimestre di gravidanza, e tra questi 40 sono risultati essere affetti da disturbo dello spettro autistico mentre invece, 2.532 sono stati i casi di neonati presi in esame durante il secondo e/o terzo trimestre e tra questi 31 sono hanno ricevuto una diagnosi di disturbo dello spettro autistico.

Gli autori dello studio hanno comunque affermato che sarebbero necessarie ulteriori ricerche per “valutare in particolare il rischio di autismo associato ad altri tipi di antidepressivi e dosaggi durante la gravidanza”.