Holacracy: organizzazione nuova di lavoro senza capo

By | marzo 3, 2016
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

Un posto di lavoro ideale? Tutto fa pensare ad un lavoro dove i capi non ci sono. Il desiderio di tanti sta diventando realtà grazia a Holacracy, soctituzione totale della gerarchia lavorativa, una organizzazione nuova del lavoro dove non ci sono capi , vice capi, referenti dei capi e operaio o l’ultimo della catena che lavora.

Brian Robertson, la mente di Holacracy, l’organizzazione lavorativa senza capi e senza piramide di mansioni, via malumori e lavorare per gli altri o a posto degli altri. Holacracy è una organizzazione di lavoro a cerchi, ognuno responsabile della propria mansione e del proprio lavoro.

Brian Robertson Holacracy

Holocracy oppure Olocrazia in italiano vuol dire lavoro senza vertici. L’ideatore Brian Robinson , imprenditore che lo mette in prattica dal 2001 nella sua azienda Ternary Software e da poco ha pubblicato il suo libro. Ma come funziona questo nuovo metodo di organizzazione lavorativa? Lo ha spiegato a la Repubblica un dipendente della Ternary Software , Olivier Compagne: “Immaginate un sistema operativo, come Windows, o Mac Os, oppure Linux: ecco, Holacracy è proprio così. Non prescrive la maniera in cui le cose vanno fatte, si limita a stabilire le regole alla base del gioco: come devono funzionare le relazioni lavorative per far sì che tutti pedalino nella stessa direzione. Chi dice che non ci sia una struttura, che sia pura anarchia, si sbaglia. Si tratta semplicemente di un’architettura diversa”.

Chissà se stesso modello di Brian Robertson funzionerebbe in Italia dove in una qualsiasi organizzazione lavorativa ci sono quasi più capi che lavoratori veri e propri, scherzi a parte sarebbe bello ed interessante se qualche azienda italiana adottasse il modello come sopra descritto.