Torino apre le porte alla Cannabis. Ecco l’elenco delle malattie per le quali è permessa

By | febbraio 16, 2016
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

Cannabis come rimedio medicinale. A Torino si da il consenso all’utilizzo della canapa in alcune patologie.

La regione Piemonte ha dato il consenso per utilizzare in alcune patologie i farmaci a base di cannabis. L’approvazione per l’impiego di questi tipo di medicinali è stata fornita a seguito della richiesta dell’assessore alla Sanità, Antonio Saitta. L’utilizzo della cannabis è consentito solo a un ristretto numero di pazienti, affetti da sclerosi multipla, lesioni del midollo spinale, dolore cronico, anoressia e nei pazienti oncologici o affetti da Aids, che fanno registrare perdita d’appetito.

La cannabis in forma medicinale viene utilizzata per l‘aumento di appetito, come anticinetosico ed antiemetico per la nausea causata dalle chemiterapie, come riduttore dei movimenti facciali involontari portati nella sindrome di Gilles de la Tourette, come antinfiammatorio e come, infine, ipotensivo.

Possono godere dell’utilizzo della cannabis in forma medicinale solo i pazienti che avranno la prescrizione del medico specialista o del medico di medicina generale e può essere somministrato, però, solo in ospedale o strutture mediche riconosciute. Per la somministrazione domiciliare occorre una richiesta particolare.