Messico: Disputa tra due gruppi di Narcos in carcere 52 morti e 12 feriti

By | febbraio 13, 2016
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

Tafferugli tra Narcos con tragico bilancio di morti e feriti tra i Los Zetas e il Cartello Del Golfo

Nelle città di Monterrey, nel nord est del Messico, nel carcere Tapo Chico, è nata una disputa tra due gruppi rivali di Narcos, il Cartello del Golfo e Los Zetas. I tafferugli che ne sono scaturiti, hanno provocato l’estensione anche ad altri detenuti. Gli scontri sono stati così violenti che le guardie carcerarie non sono riuscite a mantenere il controllo della situazione e ciò ha richiesto l’intervento dell’esercito.

Nel contempo, in un’altra ala dello stesso carcere si sviluppato un incendio. Grande preoccupazione tra i parenti dei detenuti che erano in attesa di entrare per far visita al loro familiare dietro alle sbarre e tra tutto il personale del carcere. Al termine degli scontri tra Narcos, il bilancio è di 52 morti e 12 feriti. Non è ancora chiaro se questo è dovuto all’intervento congiunto di guardie carcerarie e esercito, che hanno dovuto usare le armi per riportare l’ordine o se le morti sono avvenute per opera degli stessi carcerati.

Un tempo, una delle due organizzazioni, i Los Zetas, rappresentava il braccio armato del Cartello del Golfo, ma si è separato da questi ultimi per “mettersi in proprio”, creando in questo modo una feroce rivalità tra i due gruppi.