Il cantante romano Alessandro Mannarino condannato a un anno e mezzo di carcere per rissa

By | febbraio 12, 2016
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

Fatti risalenti a quasi due anni fa quando il cantante Alessandro Mannarino si è trovato in mezzo ad una rissa con dei giovani maleducati che hanno offeso la sorella del cantante . Il giudice monocratico del Tribunale di Roma, Clementina Forleo ha comminato al cantante romano Alessandro Mannarino una pena di un anno e mezzo per rissa e resistenza a pubblico ufficiale. I fatti che hanno portato nei guai giudiziari il cantante romano si riferiscono al giugno 2014, quando, sul litorale di Ostia, dei giovani fecero degli apprezzamenti forse un po’ pesanti alla sorella del cantante.

La reazione portò ad una rissa che coinvolse anche il fratello di Mannarino e, dalla parte avversa, un giovane. Intervennero le forze dell’ordine ma il cantante, evidentemente in uno stato d’animo piuttosto alterato, oppose resistenza. Oggi, dunque, la sentenza del giudice monocratico che chiude la vicenda in modo piuttosto pesante per il cantante: un anno e mezzo di condanna per lui, 300 Euro di multa al fratello, in quanto manca il reato di resistenza e 200 Euro di multa per la parte avversa.

Se umanamente si può capire il giusto soccorso alla sorella contro la “cafonaggine” di alcuni maleducati, questa sentenza insegna una volta di più che alzando le mani, si passa sempre dalla parte del torto.