Vegetariani, Vegani, Carnivori: non ci sono differenze nell’aspettativa di vita

By | gennaio 31, 2016
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

Le aspettative di vita tra vegani, carnivori e vegetariani non sono diverse. Questo è il risultato a cui sono giunti ricercatori dell’Università di Oxford, nel Regno Unito, dopo una indagine che ha interessato 60310 persone in 30 anni. Questa ricerca ha evidenziato che il tipo di alimentazione, solo vegetariana, Vegana o mista, non ha originato differenze, né nell’insorgenza di patologie neoplastiche, né nell’aspettativa di vita o di insorgenza di altre patologie importanti.

Si è, invece, provata una maggiore incidenza di malattie tumorali, specialmente a carico del pancreas, in soggetti che hanno consumato carne 5-6 volte, regolarmente, alla settimana. Questa differenza di incidenza patologica, peraltro, è stata la stessa rispetto a chi non consuma carne e a chi ne consuma con moderazione.

Dunque, è sfatata la credenza che il consumo di carne e derivati animali sia dannoso per la salute e che chi consuma solo vegetali e frutta, ha una qualità di vita migliore e vita più lunga. La ricerca fa terminare in parità la partita tra le due scuole di pensiero, confermando un dato incontestabile: Quello che fa male, è l’eccesso, mentre la moderazione è sempre ben compensata senza problemi dal nostro organismo.