Scuole di Milano: la guerra è in mensa e a colpi di polpette

By | gennaio 30, 2016
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

E’ ormai un braccio di ferro quello tra Milano Ristorazione, la società che gestisce le mense scolastiche e i genitori degli alunni che usufruiscono il servizio mensa. La settimana scorsa, la contestazione verteva sulla pizza, considerata troppo gommosa e rifiutata dalla maggioranza degli alunni, in una scuola dal capoluogo Lombardo. Oggi, la battaglia ha interessato le polpette di merluzzo al sugo, già rifiutate tempo addietro dal 90% degli alunni e dai loro genitori, e riproposte da Milano Ristorazione, evidentemente refrattaria ad ogni protesta.

Visto che in menù c’erano le contestate polpette, gli alunni, circa 300 su 330, hanno richiesto il menù in bianco, ma, all’ultimo, la società di ristorazione, è riuscita a servire riso all’olio, neanche per tutti, poiché due classi sono rimaste senza, e polpette di merluzzo, insistentemente, ma senza sugo, in bianco. La protesta si è fatta vivace: Milano Ristorazione minaccia di adire a vie legali, i genitori sono infuriati perché i loro figli sono rimasti, praticamente a digiuno e perché si sentono presi in giro. Come finirà?

Seguiremo gli sviluppi, ma una domanda sorge spontanea: ma era proprio necessario reinserire in menù una pietanza rifiutata dal 90% degli utenti? Che senso ha?