Eccezionale intervento chirurgico su una bimba prematura di soli 1250 grammi

By | gennaio 29, 2016
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

All’Ospedale di Perugia è stato realizzato un eccezionale intervento chirurgico su una bambina nata prematura di soli 1250 grammi di peso. La bimba, nata a sole 30 settimane di gestazione, presentava una atresia dell’esofago e una fistola tracheo-esofagea, oltre a una malformazione cardiaca. In particolare la fistola tracheo-esofagea, rappresentava un forte pericolo, in quanto rischiava di riversare succhi gastrici nell’apparato respiratorio, con gravissime conseguenze.

L’intervento è stato realizzato dall’equipe di chirurgia pediatrica dell’Ospedale di Perugia, diretta dal Prof. Antonino Appignani.  Tecnicamente, l’intervento è riuscito, la bimba ora è seguita dall’equipe di terapia intensiva neonatale e si devono attendere ancora 15-20 giorni prima di poter definitivamente decretare il superamento di questi problemi, ma i medici si dicono ottimisti e fiduciosi nella soluzione positiva.

L’Ospedale Umbro è specializzato in interventi importanti su nati prematuri, salvando piccole vite che solo alcuni anni fa, sarebbero certamente andate perdute. Siamo certi che l’abilità dei chirurghi e la dedizione del personale medico, infermieristico, ausiliario, anche questa volta compiranno il miracolo della vita .

Il prof. Appignani ci racconta come è andato l’intervento su Emma (nome di fantasia) , la bimba prematura : “Abbiamo agito su due fronti” – dice il Prof. Appignani – “nella interruzione della comunicazione fra esofago e trachea e nella congiunzione dei due segmenti dell’esofago, che si presentavano congenitamente chiusi“.