Alimenti “scaduti” ma ancora consumabili: non sprechiamo!

By | gennaio 29, 2016
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

Da uno studio inglese, emerge che nel mondo, vengono buttati nella spazzatura quantità enormi di cibo che è ancora perfettamente utilizzabile; si tratta del cibo con la dicitura ”da consumarsi preferibilmente entro il”, normalmente buttato via a tale termine ma il cui vero significato della dicitura è che oltre tale termine non è assicurato il mantenimento del massimo delle qualità organolettiche ma non che non sia più buono, tantomeno che fa male.

E’ stato così stilato un elenco indicativo di alimenti che, normalmente, vengono buttati perché “scaduti” ma che sono ancora perfettamente consumabili, in tutta sicurezza; Il latte a lunga conservazione, se realmente scaduto, puzza ed è di gusto cattivo, altrimenti è consumabile; lo Yoghurt quando non è più buono, gonfia; la cioccolata si conserva molto a lungo oltre la scadenza, così anche le patatine e il ketchup; Il pane non più fresco, si ravviva mettendolo in forno, purchè non presenti alcuna traccia di muffe e cattivo odore. Il riso, soprattutto se sotto vuoto va bene molto oltre scadenza, prestando attenzione che non presenti filamenti all’interno della confezione.

I formaggi stagionati, possono presentare una patina biancastra sulla superficie che, eliminata, lascia il resto del prodotto buono. Ovviamente, ancora di più, il discorso è valido per tutto lo scatolame e per frutta e verdura: eliminate le parti mollicce, è perfettamente mangiabile. Evitiamo, dunque, sprechi e risparmiamo nello stesso tempo,in tutta sicurezza.