Sovrappeso e obesi, dati preoccupanti con il primato in meridione

By | gennaio 28, 2016
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

Una piaga sociale che tocca milioni di italiani, sono tanti i rischi derivati da obesità.

Nel nostro Paese ci sono 27 milioni di persone che sono in sovrappeso o obesi. Da una indagine emerge il dato preoccupante che quasi metà della popolazione italiana ha un sensibile eccesso di peso, precisamente, sono 6 milioni gli obesi, 21 milioni quelli in sovrappeso. Al sud il poco ambito primato, dove troviamo rispetto alla popolazione, il 64,8% in Molise, il 61,6 in Campania, il 60,6 in Sicilia, per quanto riguarda gli uomini; leggermente diverso il dato femminile, che vede in testa alla classifica le donne della Basilicata(46,5%), Puglia 44,1, Campania 43,7, Molise 43,4 e Sicilia che chiude la classifica con il 40,8.

Salendo a nord, le Regioni che in Italia soffrono meno di questo problema sono il Trentino-Alto Adige, la Valle d’Aosta, il Piemonte, la Lombardia, la Liguria. Un ulteriore dato è il legame tra obesità sovrappeso e scolarità, risultando che a più bassa istruzione corrisponde maggiore sovrappeso.

L’obesità e il sovrappeso espongono coloro i quali ne soffrono, a molti e gravi rischi per la salute, a partire da maggiore esposizione a rischi cardiovascolari, ictus e per finire a problemi metabolici tra cui il diabete. All’origine del sovrappeso, c’è sempre un eccesso alimentare, raramente alla base ci sono malattie specifiche che lo provocano.

Come dichiarato anche sul sito del Ministero della Salute: “L’obesità, uno dei principali problemi di salute pubblica, è causata nella maggior parte dei casi da stili di vita scorretti; è quindi una condizione ampiamente prevenibile“. Ma l’obesità non è soltanto un problema degli italiani ma è a livello mondiale, stili di vita scorretti fanno soffrire persone che non curano bene l’aspetto dell’alimentazione. Sempre Il Ministero della Salute tramite un comunicato dichiara che: “L’obesità rappresenta uno dei principali problemi di salute pubblica a livello mondiale sia perché la sua prevalenza è in costante e preoccupante aumento non solo nei Paesi occidentali ma anche in quelli a basso-medio reddito sia perché è un importante fattore di rischio per varie malattie croniche, quali diabete mellito di tipo 2, malattie cardiovascolari e tumori”.

Che cosa dire allora, come calcolare l’Indice di Massa Corporea IMC ( oppure in inglese e come viene riconosciuto in tutto il mondo BMI body mass index) : “l’indice per definire le condizioni di sovrappeso-obesità più ampiamente utilizzato, anche se dà un’informazione incompleta (ad es. non dà informazioni sulla distribuzione del grasso nell’organismo e non distingue tra massa grassa e massa magra); l’IMC è il valore numerico che si ottiene dividendo il peso (espresso in Kg) per il quadrato dell’altezza (espressa in metri)” .

Come detto sopra, Obesità e Sovrappeso contribuiscono a delle malattie che mettono giù il nostro organismo ed ecco i dati del Ministero della Salute: “Si stima che il 44% dei casi di diabete tipo 2, il 23% dei casi di cardiopatia ischemica e fino al 41% di alcuni tumori sono attribuibili all’obesità/sovrappeso. In totale, sovrappeso e obesità rappresentano il quinto più importante fattore di rischio per mortalità globale e i decessi attribuibili all’obesità sono almeno 2,8 milioni/anno nel mondo”.