Epidemia terrorizza l’Ucraina: virus uccide 20 soldati

By | gennaio 27, 2016
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

Un virus sconosciuto si sta diffondendo tra l’esercito in Ucraina: un’epidemia tenuta nascosta dalle autorità militari.

E’ di oltre venti morti e duecento malati, il bilancio dell’epidemia che sta interessando l‘Ucraina. Il virus, soprannominato California Flu, sembra sia fuggito da un laboratorio statunitense nella città di Kharkov, nell’est del paese durante alcune sperimentazioni. Era il 12 gennaio scorso quando il comando dell’esercito ucraino ha segnalato la presenza, per la prima volta, di “un’epidemia di massa“.

Un avvenimento che ha destato paura tra il personale militare, del tutto impreparato ad affrontare l’emergenza. Il virus risulta, inoltre, completamente resistente a tutti i farmaci fino ad ora conosciuti ed è caratterizzato da una serie di sintomi molto gravi.

Si parte da una febbre alta: un aumento vertiginoso della temperatura corporea che non può essere alleviato da nessun tipo di medicina e con un aggravamento dei sintomi legati all’apparato respiratorio. L’azione del virus viene accompagnata,  con il passare dei giorni, dall’insorgenza di infezioni che possono risultare anche fatali.