Trattato di Schengen in pericolo: ripristinati i controlli alle frontiere?

By | gennaio 22, 2016
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

Il fenomeno migratorio e il trattato di Schengen, ma ancor più il terrorismo che potrebbe approfittare di questo fenomeno, se non lo ha già fatto e i recenti fatti tedeschi, stanno portando verso una seria riconsiderazione del trattato di Schengen. Verranno ripristinati i controlli alle frontiere? E’ molto probabile che venga presa questa decisione; la commissione UE, infatti, proporrà questa soluzione al consiglio Europeo.

La decisione, molto probabilmente, verrà presa nel corso del summit di metà febbraio. Intanto, dopo l’Austria, anche Croazia e Slovenia hanno annunciato la sospensione della libera circolazione. Nei giorni scorsi Junker aveva dichiarato che ritornare ai controlli di frontiera, significava la fine dell’Europa. Il trattato stesso, però, prevede, all’art. 20, la possibilità di sospensione fino a due anni, in caso di gravi minacce al Paese. Parrebbe, a tutta ragione, che un po’ tutti i Paesi Europei si trovano di fronte a minacce reali e gravi.

A fronte di tutto questo, è più che probabile che il trattato di Schengen venga sospeso e si ritorni, almeno per due anni, ai controlli di frontiera, misura peraltro auspicata anche da larghe maggioranze di popolo dei vari Paesi Europei.