Varese, giovane donna di 32 anni uccisa dal marito nella notte: nel letto anche il figlio di 3 anni

By | dicembre 9, 2015
1016303_it_x-site_110716_countdown_bfweek_assoc_300x250

Grave caso di cronaca nel Varesotto, donna albanese di 32 anni uccisa dal marito mentre dormiva nel letto con il figlio di soli 3 anni: l’uxoricida ha confessato.

Ancora un caso di violenza sulle donne ha avuto luogo al confine tra Cavaria e Gallarate, in provincia di Varese dove una donna di appena trentadue anni di nazionalità albanese è stata uccisa nella notte dal marito quarantaduenne anch’esso di nazionalità albanese. La tragedia è avvenuta intorno alle 2:00 di notte, mentre la donna dormiva nel letto insieme al marito e al figlio più piccolo di appena tre anni. L’uomo all’improvviso si è alzato dal letto, è andato in cucina, ha preso un coltello con una lama lunga trenta centimetri ed è tornato in camera da letto colpendo la moglie alla gola.

L’uxoricida dopo il folle gesto e in stato confusionale ha telefonato alla sorella e avrebbe affermato “E’tutto finito”. Non è ancora chiaro cosa sia successo e perché l’uomo, di professione muratore, abbia compiuto questo gesto folle togliendo la vita alla moglie proprio vicino al figlio piccolo di tre anni.

Il quarantaduenne ha infatti ha confessato l’omicidio e consegnato, alle forze dell’ordine, l’arma del delitto ma non ha ancora spiegato quale sia stato il motivo che lo abbia spinto a compiere tale gesto. In un’altra stanza, al momento della tragedia, era presente anche la figlia più grande della coppia.